Articoli.
29/04/2010
BATTERI CONTRO BATTERI: UNA 'BATTAGLIA' PER DENTI E GENGIVE
Per capire se l'efficacia dei probiotici nell'ambito della salute orale sia "un mito o la realtà", un gruppo di ricercatori canadesi ha riletto gli studi realizzati finora sull'argomento giungendo alla conclusione che i batteri benefici possono realmente prevenire, e talvolta persino aiutare a curare, alcuni disturbi e patologie del cavo orale come la carie e l'infiammazione parodontale. PROBIOTICI VS CARIE: GUERRA AGLI STREPTOCOCCHI Una sperimentazione filandese su circa 600 bambini ha dimostrato che l'assunzione di latte addizionato con LACTOBACILLUS RHAMNOSUS riduce la presenza di Streptococcus mutans nel cavo orale e diminuisce sensibilmente lo sviluppo delle lesioni cariose, specialmente nella fascia d'età dai 3 ai 4 anni grazie alla loro capacità di competere con le specie batteriche dannose per l'occupazione dei siti di adesione. PROBIOTICI VS MALATTIA PARADONTALE: FIDUCIA AL LACTOBACILLI Diversi studi che hanno indagato la relazione tra specie batteriche e l'infiammazione del parodonto sono giunti alla conclusione che i lactobacilli sono in grado di inibire la proliferazione di patogeni legati allo sviluppo della malattia paradontale: questo significa che favorire la colonizzazione del cavo orale da parte di alcuni lactobacilli può portare a un riequilibrio generale della flora batterica in chi soffre di una qualche forma di infiammazione dei tessuti paradontali. Il LACTOBACILLUS REUTERI ha dimostrato di poter ridurre l'indice di placca in pazienti con forme di gengivite moderate e severe. il LACTOBACILLUS HELVETICUS, capace di stimolare l'azione degli odontoblast e quindi la ricostruzione dei tessuti ossei;LACTOBACILLUS BREVIS, che in soli quattro giorni di assunzione attraverso compresse da sciogliere in bocca si è dimostrato in grado di ridurre la placca ed il sanguinamento gengivale. PROBIOTICI VS ALITOSI: UN FUTURO DI GOMME E COLLUTTORI L'alitosi è spesso prodotta da un disequilibrio della flora orale in favore di battere anaerobi che producono composti solforosi volatili, e in questo senso può essere contrastata da microrganismi che,colonizzando il cavo orale,possono favorire un riequilibrio, come il PROBIOTICO WEISSELLA CIBARIA che, se assunto attraverso gargarismi dopo essere stato addizzionato sperimentalmente ad un colluttorio, ha dimostrato di portare ad una riduzione dell'alitosi. Un'altro probiotico dimostratosi efficace è lo STREPTOCOCCUS SALIVARIUS: questa specie produce batteriocine in grado di contrastare la proliferazione dei microrganismi che producono le sostanze odorose. I probiotici sono sicuramente una nuova e promettente area di ricerca nel campo della salute orale: il solo fatto che facciano naturalmente parte della flora batterica orale li rende i "soggetti" più adatti ad essere inseriti in questo ambiente e ad adattarvisi con lo scopo di migliorarne l'equilibrio ecologico e lo stato di salute.
 
 
 




LEGGI LE RECENSIONI
SULLO STUDIO
 
 
categorie articoli:
 

Guazzi Studio Odontoiatrico
Dott. Guazzi Paolo
viale Carlo Alberto Dalla Chiesa 69,
41126 Modena (MO) Italy
Tel: 059-390726
Fax: 059-303945
E-Mail: studio@guazzipaolo.it